Colesterolo alto, cibi da assumere e da evitare

Il colesterolo è un composto organico della famiglia dei lipidi steroidei, molto importante per il nostro organismo in quanto è uno dei componenti delle membrane cellulari, è un precursore degli ormoni maschili e femminili, della vitamina D e dei sali biliari. Tuttavia, quando la sua quantità in circolo nel sangue diventa eccessiva, si corrono gravi rischi cardiovascolari, in quanto la sua presenza rende meno fluido l’afflusso del sangue e facilita la formazione di placche arterosclerotiche.

LDL e HDL

Quando si parla di colesterolo alto, si intende la quantità di colesterolo cattivo LDL, che va distinto da quello buono, detto HDL. Il rapporto ottimale tra colesterolo LDL e HDL, è fissato per gli uomini a 1 e per le donne a 1.47. E se spesso il colesterolo cattivo (LDL), aumenta a causa di eccessi alimentari, è vero al contrario che può essere riportato entro le soglie di sicurezza con una dieta adeguata.

Unknown

Quali sono i cibi che abbassano il colesterolo?

Chi ne soffre deve mangiare molti cereali, legumi e vegetali in quanto riducono l’assorbimento deI colesterolo nell’intestino. In particolare, è bene orientarsi su verdure e cereali ricche di fibre come pane, pasta e riso integrali, ma anche farro, avena e orzo, e mangiare legumi dalle 2 alle 4 volte a settimana. È molto importante poi riuscire a consumare due o tre porzioni di vegetali al giorno, e due di frutta.

Molto indicato anche il pesce due o tre volte a settimana da preparare alla griglia, al cartoccio o al vapore, mentre sono da evitare le fritture, molluschi e crostacei.

Inoltre puntate molto su un olio extravergine di oliva di alta qualità, in quanto è fatto a base di grassi polinsaturi o monoinsaturi. Da tenere alla larga burro, lardo e strutto, in quanto preparati con grassi saturi di origine animale che di solito sono i maggiori responsabili dell’aumento del colesterolo cattivo.

Quali sono i cibi che deve evitare chi soffre di ipercolesterolemia?

Per abbassare il colesterolo alto è importante ridurre molto il consumo di salumi, formaggi grassi e uova, in quanto contengono grassi saturi di origine animale.

Meglio lasciare da parte per un po’ anche il latte intero, panna, e formaggi grassi (mascarpone, pecorino, provolone stagionato).

Un capitolo a parte sono poi i grassi contenuti per conservare a lungo prodotti come merendine, brioche e creme spalmabili.

E infine bisogna tenere lontani prodotti come crackers, grissini e snack assortiti, perché spesso sono prodotti con oli vegetali idrogenati. Acquistateli solo se prodotti con olio d’oliva extravergine.

Vuoi approfondire l’argomento? Clicca qui.