Metabolismo

I substrati energetici esogeni sono quelli provenienti dalla dieta, quelli endogeni più impiegati sono il glucosio ed i grassi; i tessuti coinvolti nelle risposte metaboliche alle differenti esigenze fisiologiche sono principalmente legati all’azione degli ormoni ed in particolare all’insulina. La regolazione del metabolismo dei carboidrati comprende principalmente processi legati alla variazione di sintesi degli enzimi coinvolti, alla loro conversione in forme attive ed inattive, e anche a composti extracellulari provenienti da vari distretti tessutali, organi o ghiandole endocrine. Un esempio è il glucosio proveniente dalla dieta o il lattato prodotto durante l’esercizio fisico che, rilasciato in circolo dal muscolo, è captato dal fegato e convogliato verso il processo neoglucogenico. Il fegato non solo è la porta di passaggio dei carboidrati provenienti dalla dieta, ma è anche in grado di trattenere il glucosio in eccesso per formare composti di riserva che vengono rilasciati nel momento di necessità. Nel fegato un ruolo importante è altresì svolto dagli ormoni: insulina primo fra tutti, ma anche glucagone e catecolamine. Il muscolo è principalmente un utilizzatore del glucosio che fornisce energia sotto forma di ATP, essenziale per la sua contrazione e quindi per svolgere un lavoro; questo tessuto infatti è in grado di accumulare il glucosio sotto forma di glicogeno per il pronto utilizzo.