Iperfosfatemia e Ipofosfatemia

Iperfosfatemia

Un aumento dei fosfati nel siero si può avere nelle seguenti condizioni:

  1. Ipoparatiroidismo: una diminuita attività dell’ormone paratiroideo ne inibisce il riassorbimento tubulare ed un conseguente aumento nel siero;
  1. Ipervitaminosi D: somministrazione di larghe dosi di vitamina D determina un aumento della concentrazione di fosforo inorganico nel plasma per un aumentato assorbimento intestinale;
  1. Insufficienza renale cronica: aumento conseguente alla ridotta filtrazione glomerulare.

 Ipofosfatemia

  1. Una riduzione plasmatica dei fosfati si può avere per Iperparatiroidismo: l’eccesso dell’ormone paratiroideo inibisce il riassorbimento tubulare dei fosfati con conseguente deplezione plasmatica per iperfosfaturia;
  2. Carenza di vitamina D: nei bambini affetti da rachitismo il fosforo plasmatico presenta valori quasi sempre estremamente bassi, 1-2 mg/dl;

L’aumento fosfati nelle urine può aversi per un aumento della filtrazione glomerulare o per un diminuito riassorbimento tubulare; la prima condizione è la conseguenza di un aumentato assorbimento intestinale, la seconda nell’iperparatiroidismo e nelle tubulopatie con perdita urinaria.