MAGNESIO

Nell’organismo adulto il 60 % del magnesio è contenuto nel tessuto osseo, il rimanente si trova nelle cellule e solo in piccola parte nel plasma.nL’assorbimento del magnesio presente negli alimenti avviene nella prima parte dell’intestino; è filtrato dai glomeruli e parzialmente riassorbito dai tubuli.nHa una grande importanza biologica poiché entra in numerose reazioni enzimatiche; nel sangue è presente sia nei globuli rossi che nel plasma (1.5-2.8 mg/dl) dove si trova per il 70 % in forma diffusibile e per il resto legato a proteine.nLa diminuzione del magnesio nel plasma determina manifestazioni di ipereccitazione neuromuscolare con tremori, convulsioni, alterazioni nervose, ecc.nUna ipomagnesemia viene descritta nell’ipotiroidismo, cirrosi epatica, sindromi da malassorbimento.nLievi aumenti del magnesio nel sangue si osservano nell’insufficienza renale cronica, infezioni croniche senza, peraltro, poter assegnare un preciso significato clinico.