images-3In un ospedale nel Veronese arriva “Avatar”, un manichino ipertecnologico di simulazione “virtuale” dedicato alla formazione di giovani medici ed infermieri, ed altre professioni sanitarie che operano nel servizio sanitario regionale e nazionale. Per il momento si tratta di un progetto e forse a breve verrà realizzato.

Come spiega il giornale di VeronaSera, queste attività avverranno in laboratori distribuiti in specifiche aree: di simulazione sui manichini, di simulazione avanzata (avatar), di simulazione virtuale avanzata (maxiemergenze), di simulazione organizzativo-situazionale e “non-technicalcall skill”, di simulazione in chirurgia laparoscopica e robotica, in cardiochirurgia e perfusione, di simulazione in radiologia interventistica ed in neuroradiologia, in ostetricia e ginecologia anche in emergenza-urgenza, anche attraverso l’utilizzo di sofisticati sistemi di simulazione avanzata.

Non c’è che dire, una bella iniziativa e sopratutto buoni propositi. Saranno contenti gli studenti di Medicina e delle Scienze Mediche ma sopratutto saranno felicissimi i pazienti che con tanta pazienza permettono ai tirocinanti di imparare l’arte della cura e del prendersi cura.